Quando Il tennis scende in passerella

Da diversi decenni, i confini tra il mondo del tennis e quello della moda e della bellezza si sono assottigliati al punto da essere ormai indistinguibili. L’alone di eleganza e raffinatezza associata al gioco del tennis, le gonne castigate, le impeccabili divise bianche, che facevano dei giocatori prima ancora che degli sportivi dei ‘piccoli lord’; ha suggestionato l’immaginario collettivo. Il fatto che negli anni il tennis sia diventato uno sport sempre più seguito e praticato, la presenza di campioni che grazie alle loro vittorie e alle loro personalità sono diventati dei personaggi di caratura mondiale, hanno contribuito a fare del tennis uno sport sempre più al servizio di una moda non più elitaria, bensì popolare. Se negli anni 70’ il candore del bianco ha lasciato spazio a qualche timida linea, negli anni 80’ i completi dei tennisti si sono macchiati di effetti grafici, portati all’estremo dall’avvento di Andre Agassi, complice la Nike che ha letteralmente preso la palla al balzo manovrando una vera e propria ‘invasione di campo’, con tinte fluorescentipantaloncini di jeans ed un fornitissimo set di bandane.

Continue reading “Quando Il tennis scende in passerella”

Caroline Wozniacki, l’incompresa

Forse avrebbe dovuto semplicemente proseguire per la propria strada. Forse le sarebbe bastato continuare ad essere il solido muro dietro al quale riporre trofei, spesso di secondo piano, ma comunque capaci di issarla lassù, in cima al ranking. Di certo sarebbe stato provvidenziale per lei avvolgersi in una guaina insonorizzata, capace di difenderla dagli incalzanti interrogativi affiorati a poco, a poco. Forse è stata presa per sfinimento, Caroline Wozniacki. Anni di attacchi incessanti, di critiche feroci, di giudizi severissimi. Una tennista mediocre, incapace di ricorrere a soluzioni tecnico-tattiche di livello, una che corre troppo e che chiude troppo poco. Un accanimento mai visto prima, un terrorismo psicologico, quello inflitto a Caroline Wozniacki, a tratti paradossale, sempre esagerato, immeritato. 

Continue reading “Caroline Wozniacki, l’incompresa”